Autore Topic: Futuro ai ?  (Letto 327 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Flavio58

Futuro ai ?
« Risposta #1 il: Giugno 30, 2018, 01:53:49 pm »
Advertisement
Che noi abbiamo un layer quantistico che definisce connessioni neurali non specificatamente legate alle classiche dendriti, sinapsi ecc è fuori da ogni dubbio in quanto la configurazione del cervello è strutturata in modo da avere una predisposizione alla "non globalizzazione" delle connessioni di "gruppo" legate ad entaglement (mi riferisco a penrose solo per semplificare e non per indicare la % di correttezza...non voglio creare una discussione sul modello da lui definito).
Se non ci fossero certe caratteristiche biologiche si rischierebbe la generazione di path "di gruppo" troppo dense.
Inoltre un sistema protoplasmatico cosi denso come il cervello (quello più denso nell'universo) non può non avere legami energetici (per energia non intendo la parte caotica ma quella che è generata da sistemi fisici di prossimità o cosi potenti da sparare la loro "impronta" anche da distanze notevoli....diciamo "l'energia caratterizzata".
D'altra parte i neuroni a specchio sono una prova di come venga regolata la sintonia.
Quando due o più persone comunicano si crea una relazione empatica attivata anche dai neuroni specchio. Le rispettive componenti limbiche del cervello si posizionano sulla stessa frequenza per rispecchiamento reciproco, entrando in un territorio emotivo comune.
L'uomo si specchia nelle emozioni dell'altro. Uno scambio reciproco espresso a livello cerebrale dall'attivazione di specifici neuroni che identificano un territorio emozionale comune di scambio e condivisione.
Questi meccanismi dimostrano la necessità che sia presente un layer che potrebbe essere considerato un ulteriore senso.

PS: In campo delle radiofrequenze si dice che un certa frequenza espressa in HZ possieda una lunghezza d'onda che di fatto è la distanza tra i picchi di due creste. Più è bassa la frequenza e più la lunghezza d'onda sale. A frequenze come a 10 KHZ la lunghezza d'onda è di 29000 metri circa. Non voglio annoiare con questioni fisiche elettroniche legate a problemi che si verificano nei sistemi di ricezione e trasmissione quando le antenne di emissione non sono di lunghezza (lunghezza intera o multipli o sottomultipli) corretta legata alla lunghezza d'onda.
Molti fenomeni fisici come anche solo alcuni legati alla terra come emissioni legate a movimenti di faglia ecc. sono a basse frequenze il che significherebbe che una lunghezza corretta dovrebbe essere anche di km. Usando sottomultipli è possibile accorciare ma a volte anche facendolo la lunghezza corretta dell'antenna dii ricezione sarebbe elevata. Uno stratagemma è l'uso di antenne frattali le quali "spezzano" la lunghezza tramite la creazione di percorsi come appunto quelli dei modelli geometrici dotati di omotetia interna (gli oggetti frattali per l'appunto).
Il cervello in molti sensi si attiene a una distribuzione frattale quasi fosse uno stratagemma per accordarsi con le ELF "extremely low frequency" (3-30hz) molto comuni nel nostro ambiente.
Uno studio che avevo letto legato all'autismo diceva che alcuni casi avevano alterazioni nei paths neurali sia come lunghezza che come densità nelle parti periferiche.
Se uno considera il meccanismo del posizionamento sulla stessa frequenza per il rispecchiamento reciproco (in pratica un meccanismo per "accordarsi") nell'ambito dei nouroni a specchio che il sistema per "accordarsi" sulle frequenze ambientali .

Morale della favola a parte questo "svarione" bisognerebbe che le reti neurali inizassero a pensare alle due lacune delle reti convoluzionali.

1-Cnn e soci non possono essere considerate nel futuro dell'ai in quanto non considerano il fattore temporale di propagazione dei segnali (iniziate a pensare a spiking neural networks ... SNNs)
2-I nuovi meccanismi dovrebbero iniziare a considerare modelli di paths differenti da quelli classici considerando un "intensità", un tempo di propagazione, un fattore di "cooperazione" che definisce l'ampienza spaziale della propagazione dei segnali e....udite udite.....caratterizzazione persistente di percorsi compposti da masse di neuroni remori legati a un sistema entaglement like. Penrose, nel cercare di conciliare la relatività e la teoria quantistica, ha suggerito che su scala molto piccola questo spazio-tempo curvo non è continuo ma discreto e disposto in modo da formare una rete. Lui postula che ogni sovrapposizione quantistica ha una sua area specifica di curvatura dello spazio-tempo. Secondo la sua teoria, queste zone diversificate di curvatura dello spazio-tempo sono separate le une dalle altre e costituiscono una forma di bolla nello spazio-tempo.









Consulente in Informatica dal 1984

Software automazione, progettazione elettronica, computer vision, intelligenza artificiale, IoT, sicurezza informatica, tecnologie di sicurezza militare, SIGINT. 

Facebook:https://www.facebook.com/flaviobernardotti58
Twitter : https://www.twitter.com/Flavio58

Cell:  +39 366 3416556

f.bernardotti@deeplearningitalia.eu

#deeplearning #computervision #embeddedboard #iot #ai

 

Related Topics

  Oggetto / Aperto da Risposte Ultimo post
0 Risposte
164 Visite
Ultimo post Maggio 20, 2018, 09:02:10 pm
da Marco1971
0 Risposte
97 Visite
Ultimo post Giugno 08, 2018, 10:45:28 am
da Marco1971
0 Risposte
95 Visite
Ultimo post Giugno 23, 2018, 04:05:47 am
da Flavio58
0 Risposte
112 Visite
Ultimo post Luglio 04, 2018, 02:04:14 am
da Flavio58
0 Risposte
79 Visite
Ultimo post Ottobre 14, 2018, 12:00:52 pm
da Flavio58

Sitemap 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82 83 84 85 86 87 88 89 90 91 92 93 94 95 96 97 98 99 100 101 102 103 104 105 106 107 108 109 110 111 112 113 114 115 116 117 118 119 120 121 122 123 124 125 126 127 128 129 130 131 132 133 134 135 136 137 138 139 140 141 142 143 144 145 146 147 148 149 150 151 152 153 154 155 156 157 158 159 160 161 162 163 164 165 166 167 168 169 170 171 172 173 174 175 176 177 178 179 180 181 182 183 184 185 186 187 188 189 190 191 192 193 194 195 196 197 198 199 200 201 202 203 204 205 206 207 208 209 210 211 212 213 214 215 216 217 218 219 220 221 222 223 224 225 226 227 228 229 230 231 232 233 234 235 236 237 238 239 240 241 242 243 244 245 246 247 248 249 250 251 252 253 254 255 256 257 258 259 260 261 262 263 264 265 266 267 268 269 270 271 272 273 274 275 276 277 278 279 280 281 282 283 284 285 286 287 288 289 290 291 292 293 294 295 296 297 298 299 300 301 302 303 304 305 306 307 308 309 310 311 312 313 314 315 316 317 318 319 320 321 322 323 324 325 326